sabato, marzo 20, 2021

Pelle idratata con gli umidificatori


Pelle idratata con gli umidificatori
- Lo sappiamo bene quando l'aria che ci circonda è troppo secca anche la nostra pelle ne risente.

In questo periodo in cui siamo forzati a restare in casa di più causa Covid-19 in molte/i si saranno resi conto che la pelle del viso è più secca, più soggetta a rossori e ha quindi bisogno di maggiore idratazione. Accanto alle creme che utilizziamo ogni giorno un modo per poter venire in soccorso del nostro derma è quello degli umidificatori.

In passato ne esistevano di ingombranti che rilasciavano aria calda, non proprio il massimo soprattutto d'estate. Da tempo invece ne esistono di piccoli e molto carini esteticamente che funzionando ad ultrasuoni rilasciano aria vaporizzata a temperatura ambiente.

Quello acquistato da me è l'umidificatore della LtYioe* è veramente piccolo e compatto di facilissimo utilizzo. Poco più piccolo di una mano va semplicemente riempito d'acqua e velocemente inizierà a rilasciare la "nebbia" nell'area che lo circonda. In più è dotato di una tenue luce led bianca sulla parte superiore assolutamente impercettibile o di un mix di luci colorate abbastanza "soft" da non essere fastidiose durante le ore notturne. E' inoltre silenziosissimo, praticamente non sentirete mai l'emissione del "soffio" di acqua nebulizzata.

Dispone di due modalità di funzionamento, spruzzo continuo o intermittente  In modalità continua lo spegnimento, automatico avverrà dopo 4 ore, in modalità intermittente dopo 6. A portarmi alla scelta di questo modello anche la facilità di alimentazione che avviene tramite un cavetto Usb e la sua sicurezza. Nel caso infatti l'acqua finisca questo si spegnerà automaticamente.

Essendo molto piccolo, può essere anche utilizzato in auto, il suo raggio d'azione non è molto ampio è quindi perfetto per essere posizionato durante la notte sul comodino o sulla scrivania durante la giornata lavorativa.


*LINK DI AFFILIAZIONE AMAZON

martedì, marzo 02, 2021

Manicure casalinga fai da te con Gamax

Manicure casalinga fai da te - Nei giorni scorsi sono stata contattata dalla Gamax.com l'ecommerce legato alla Gamax, azienda che dal 2002 lavora nel mondo nails e che ha riportato il concetto americano di nailbar in Italia prima e poi all'estero.

Mi è stata data l'opportunità di provare alcuni prodotti scegliendoli personalmente sul loro sito. Ho quindi pensato di acquistare quei prodotti che mi potessero consentire di realizzare una manicure  completa.

Diverse le sezioni in cui è diviso il sito (tra queste Unghie - Makeup - Ciglia - Creme) e partendo proprio dalla navigazione tra queste, estremamente semplice ed intuitiva, ho iniziato a scegliere i prodotti. 

Ho selezionato quindi un prodotto da utilizzare nella preparazione delle mani: il "Sale Rosa dell'Himalaya alla Lavanda" da aggiungere al maniluvio utile per ammorbidire le pellicine. 

Del prodotto - che arriva in una bustina con chiusura ermetica che permette di togliere l'aria e mantenerlo asciutto, a sua volta contenuta in un barattolo per una maggiore praticità e sicurezza -  vanno prelevati alcuni granelli e immersi nell'acqua tiepida. Il profumo di lavanda si spande immediatamente e l'effetto relax è assicurato. 

Successivamente ho preso un Base Coat da applicare prima della stesura dello smalto. Una base indurente dalla giusta consistenza, non troppo densa non troppo liquida e dall'asciugatura rapida perfetta per far si che i pigmenti del successivo smalto non "attacchino" l'unghia. Come plus è ottima anche come top coat. Insomma un prodotto multiuso.

Come smalto ho scelto "Rosso Fashion". Un rosso scuro perfetto per tutte le stagioni e mio classico colore "comfort zone". La stesura è facile con due passare il colore è pieno e perfettamente coprente senza aree più "sbiadite". Il pennellino permette di applicare lo smalto rapidamente e non lascia striature antiestetiche. L'asciugatura poi è rapida e la durata, nonostante io utilizzi il computer tutti i giorni, è assolutamente ottima.

Non ho voluto prendere un top coat proprio per testare "al naturale" la durata dello smalto.

Infine per completare la manicure ho preso un olio per nutrire le cuticole. Nonostante sia un "olio", non unge in maniera fastidiosa e rimosso l'eccesso dopo qualche istante con un batuffolo di cotone, lascia il giro cuticole morbido e ben nutrito.

Come ulteriori prodotti ho acquistato un buffer bianco che mi aiuta a preparare l'unghia prima della stesura rendendola quel "ruvido che basta" per far aderire al meglio lo smalto e rimuovere eventuali dislivelli che possono formarsi con la sua crescita, il Ridgefiller biancoSteso sulle unghie svolge una funzione livellante e riempisolchi oltre a quella protettiva, nascondendo le irregolarità dell'unghia e impedendo la formazione di macchie dovute a smalti colorati con pigmenti un po' troppo aggressivi.

sabato, dicembre 05, 2020

Natale, decorazioni "fai da te" facili

Natale, decorazioni "fai da te" facili - Una delle cose che preferisco del Natale è quella del realizzare a mano le mie decorazioni. 

Non avendo una grande manualità mi limito a lavori "fai da te" davvero di facile realizzazione che credo siano quindi alla portata di tutti.

Nel corso degli anni ho realizzato sul mio canale Youtube alcuni video che voglio ora condividere anche con i lettori del blog.





Come potete vedere si tratta di diy di Natale davvero semplici! Cosa ne pensate??

mercoledì, ottobre 21, 2020

Come scegliere le scarpe perfette

Come scegliere le scarpe perfette - Alzi la mano a  chi almeno una volta nella vita non hanno fatto male le scarpe..

Ammettiamolo trovare la scarpa perfetta è spesso questione di fortuna. Altre volte invece facciamo le classiche "cavolate" che non appena indossate le scarpe rimpiangeremo di aver fatto.

Ma quali sono le regole da tenere a mente per scegliere le scarpe perfette? Eccone alcune.

1 - Se quando le provi ti fanno male lasciale in negozio. Stai soffrendo indossandole per cinque minuti immagina cosa passerai portandole per ore. 

2 - Non fare affidamento al tuo numero. Spesso le scarpe calzano di più o meno. Quindi prova sempre le scarpe prima di indossarle in modo da poter chiedere la misura esatta. Online? Provale a casa e se non vanno bene rispediscile indietro. Scarpe troppo piccole ti ammazzeranno i piedi, scarpe troppo grandi starai tutto il tempo con l'incubo di perdertele. E di Cenerentola ce n'è una sola.

3 - Attenta alle scarpe da ginnastica. Sembrerà strano ma possono essere fonti di vesciche dolorose. Spesso infatti soprattutto sul tallone sono presenti dei rinforzi che a lungo andare possono provare ferite. Ricordatevi sempre di indossare i calzini, meglio quelli con il lato del tallone più alto come ad esempio questi* di Occulto o questi* della Puma

4 - Capitolo tacchi. Indossi tutto il giorno scarpe basse? Vuoi conquistare qualche centimetro? Il mio consiglio è di andare con calma. Non passare da un tacco 2 ad un tacco 12 tutto insieme. Non essere abituate a scarpe alte ti espone al rischio di cadute e di un peso sull'avampiede.

5 - Ricordate che le scarpe in vernice sono più "rigide" rispetto a quelle di pelle o tessuto.  

6 - Per ogni evenienza portate sempre con voi cerottini specifici per le vesciche. Possono essere una salvezza in moltissimi casi. Trasformando un paio di scarpe dolorose, se non nelle scarpe più comode del mondo, almeno in un paio dal dolore tollerabile. Nel corso degli anni ne ho provati di differenti brand ma torno sempre ad acquistare quelli della Compeed* sono più costosi rispetto a molti competitor ma fanno davvero il loro lavoro e li ritengo una sicurezza.

7 - Non solo tacchi alti. Non sono solo le scarpe troppo alte a causare dolore. Paradossalmente anche le ballerine troppo basse possono provocare tendiniti. Il consiglio è quello di scegliere sempre dei tacchi di almeno 2/3 centimetri.



(*Link di affiliazione)

martedì, agosto 04, 2020

Via dalla "Comfort zone". I miei nuovi occhiali da vista Firmoo #gifted

Nelle scorse settimane sono stata contattata da Firmoo per una collaborazione. Da tempo girovagavo sul loro sito, facendo windows shopping sulle centinaia di montature presenti. La scelta dell'occhiale perfetto per me è sempre stata un problema. Al momento di acquistare una nuova montatura finisco sempre nella mia "comfort zone" finendo per acquistare il classico occhiale rettangolare. Quando sono stata quindi contattata ho deciso che fosse l'occasione giusta per sperimentare e spingermi un passetto oltre il "sicuro".

Muovermi sul sito è stato facilissimo. Ho innanzitutto iniziato selezionando quelle montature che per dimensioni si adattavano al mio viso. Come? E' stato semplicissimo. Seguendo le indicazioni sul sito ho infatti scoperto che nei miei attuali occhiali, all'interno della stanghetta, sono presenti le misure. Quindi una volta avuto questo dato tutto è stato un gioco da ragazzi. Passo successivo è stata la scelta del colore. Volevo qualcosa che facesse risaltare le striature verdi dei miei occhi e così ho puntato sul borgogna. Step successivo quello della scelta della montatura. Volevo escludere le abituali forme mi sono spinta su 
qualcosa più "hipster" con un occhiale arrotondato "grande". E alla fine la scelta è ricaduta sul modello S0129 Borgogna.
Gli ultimi passi erano quelli della personalizzazione delle lenti. Non avendo una prescrizione recente ho preferito puntare su lenti neutre ma nel corso dell'ordine ho scoperto che la personalizzazione era quasi infinita. Lenti Transition, antiluce blu, da sole, da guida, insomma il tipo di lente per ogni necessità. 
Sbirciando nella sezione delle lenti graduate anche qui la personalizzazione è massima. Basta inserire infatti i dati della prescrizione e avremo il nostro occhiale su misura.

Effettuato l'ordine la consegna, tracciabile in ogni suo passo, è arrivata nel giro di una decina di giorni imballato in maniera impeccabile. 

Non è restato altro quindi che provare la mia nuova montatura e prendere appuntamento con l'oculista per la nuova prescrizione perchè gli occhiali mi piacciono moltissimo!!!

Volete anche voi il vostro primo occhiale Firmoo? Con il codice AUFFF potrete acquistare la montatura pagando solo i costi di spedizione. (Per lenti fino a 1.75 e monofocali).

Siete invece già clienti? Con il codice N0T0Y9 potrete ottenere lo sconto del 50% sulla nuova montatura!

#gifted



giovedì, luglio 30, 2020

Estate, addio arrossamenti e sfregamenti

Estate, addio arrossamenti e sfregamenti - Indossare gonne, vestitini o semplicemente pantaloni morbidi d'estate è sicuramente bello ma può diventare una "tortura" se ci troviamo a dover fare i conti con sfregamenti ed arrossamenti.

Cosce, braccia e sottoseno, sono alcune delle parti dove maggiormente il sudore causa irritazioni. Ed allora come porvi rimedio senza dover rinunciare ad indossare i propri capi preferiti?

Tanti i rimedi tradizionali ai quali nel corso degli anni si sono affiancate novità di mercato. Diverse le formulazioni dal quelle con ingredienti naturali a quelle dove i siliconi la fanno da padrone.

Uno su tutti è il borotalco. Applicato nelle parti critiche assorbe il sudore e previene lo sfregamento. Seppur sia un metodo amato da molti io non lo preferisco. Non lo trovo infatti confortevole soprattutto quando si indossano capi scuri. Ma una possibilità, a fronte del prezzo decisamente basso, va sicuramente data.


Creme e gel antifregamento
. In commercio ne esistono di diversi tipi, formati e profumazioni. 
Io credo che le migliori siano fondamentalmente quelle che una volta applicate sono trasparenti e senza profumo. Disponibili sia nelle farmacie, nei negozi di articoli sportivi e online la gamma è pressoché infinita.

Ecco alcuni esempi:
- Leviten Protec Gel antisfregamento per sportivi, alunga durata che non unge*
- Sixtus Lubricream Crema Lenitiva Protettiva per le Zonedel Corpo sottoposte a Sfregamento Sportivo*
- Sidas Crema antifricción Unisex*
- Decathlon crema antisfregamento


Stick antisfregamento. Comodi, discreti e facili da usare. Gli stick antisfregamento per quanto mi riguarda sono la scelta migliore. Lo porto in borsa per ogni eventualità. Occupano lo spazio di un deodorante stick e azzerano il rischio di fuoriuscite di prodotto.

Ecco alcuni esempi:

Pantaloncini e bandelettes. I primi non li trovo assolutamente adatti all'estate ma perfetti per l'inverno. Ne esistono di differenti lunghezze in modo da adattarsi alle dif*ferenti gonne. Come dicevo non li amo per l'estate perchè trovo che d'estate il sovrapporre di strati di abbigliamento non sia proprio il massimo. Più adatte per l'estate le badelettes, le bande di pizzo (ma esistono anche di differenti tessuti) da indossare nella parte alta della coscia per evitare sfregamenti. Solitamente sono dotate di una striscia siliconica per non farle cadere.

Ecco alcuni esempi:

E voi quale trucchetto usate per evitare sfregamenti ed arrossamenti?


*link affiliazione